Associazione italiana per lo studio e l'insegnamento del diritto della musica
mercoledì 19 dicembre 2018

LE NOTIZIE DI NOTE LEGALI

Il database contiene 1939 notizie.

23 maggio 2014
Youtube: preoccupazioni dagli indipendenti per i nuovi contratti di streaming
Sezione Musica e Internet
La Worldwide Independent Network (WIN), l'organizzazione che rappresenta gli interessi della comunità globale legata alla musica indipendente - a cui, per l'Italia, aderisce Audiocoop - ha risposto alla notizia che YouTube intende bloccare il contenuto dei soci che non firmano un nuovo accordo di streaming musicale, descrivendolo come "inutile e indifendibile".
 
Come riportato da diverse fonti, YouTube prevede di lanciare un nuovo servizio di streaming musicale, apparentemente negoziato attraverso accordi separati con le  tre principali etichette major - Sony, Warner e Universal - ma secondo i colleghi delle associazioni di categoria della WIN, Youtube deve ancora raggiungere un accordo sostanziale con i loro membri .
 
In un momento in cui le aziende musicali indipendenti stanno aumentando la loro quota di mercato globale WIN ha sollevato grandi preoccupazioni sulla recente politica di YouTube, ovvero di avvicinarsi a etichette indipendenti direttamente con un contratto modello e una minaccia esplicita che il loro contenuto sarà bloccato sulla piattaforma, se le condizioni non vengono sottoscritte.
 
Secondo i membri WIN, i contratti attualmente in offerta per etichette indipendenti da YouTube sono molto sfavorevoli, non negoziabili, e sottovalutano le tariffe esistenti sul mercato dai partner esistenti per la musica in streaming come Spotify, Rdio, Deezer e altri.
 
Altre organizzazioni e membri WIN provenienti da tutto il mondo si sono uniti per chiedere a  YouTube a riconsiderare la propria posizione. Dichiarazioni di sostegno sono state finora ricevuto dalle organizzazioni di paesi quali: Australia, Austria, Brasile, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia,Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Corea del Sud, UK, USA, Vietnam.

Fonte: Audiocoop

Torna all'indice